dal 1870 Coltiviamo una Passione

dal 1870 Coltiviamo una Passione

Gelsomino Trifogliato
(Jasminum Azoricum)

Famiglia: Oleaceae
Genere: Jasminum
Nome comune: Gelsomino Trifogliato
RAMPICANTI

Il Jasminum Azoricum, o più comunemente Gelsomino Trifogliato, è un arbusto rampicante sempreverde dell’Europa occidentale/Portogallo. Esige esposizioni soleggiate o parziali, non resiste a temperature sotto lo zero e non tollera la salinità. Ha una velocità di crescita rapida e può raggiungere anche 6 metri di altezza. I fiori semplici bianchi a forma di stella e le foglie sono pennate verde intenso. Ottimo rampicante per vaso o piena terra.

Consigli per coltivare il Gelsomino Trifogliato

Il Gelsomino Trifogliato o Jasminum Azoricum, è una pianta rampicante dall’infiorescenza bianca molto profumata, facente parte delle Oleaceae. Spesso utilizzata come pianta da bordatura o siepe, è molto facile da coltivare, data la sua capacità di raggiungere altezze discrete (fino a 5/6 metri). Il Gelsomino può essere coltivato anche in vaso, ma sarà necessario utilizzare dei supporti per la pianta.
Le foglie sono piccole, di colore verde scuro, mentre i fiori sono bianchi e a forma di stella. La fioritura del Gelsomino non ha una cadenza precisa in quanto può fiorire in qualsiasi stagione se le condizioni sono ottimali.
Ha una crescita molto rapida, predilige un’esposizione a pieno sole o a mezzo sole e ha una discreta resistenza al freddo ma non oltre lo zero. Non tollera il vento eccessivo.

Come piantare il Gelsomino Trifogliato

La propagazione del Gelsomino avviene per talea semilegnosa, che può essere trattata con ormoni radicanti in modo da stimolare la nascita di radici. La messa a dimora va eseguita in una buca ricoperta di torba e sabbia. Il Gelsomino sviluppa bene anche per propaggine, interrando un ramo fino a quando non avrà sviluppato le radici, per poi interrarlo in autonomia.
Il Gelsomino predilige un terreno ricco organicamente, fertile, ben drenato e soffice. La sabbia e l’argilla possono aiutare nel caso in cui il terreno sia poco drenato; sopporta bene la siccità e deve essere irrigata con più frequenza solo durante la primavera e l’estate per consentire uno sviluppo migliore della pianta, ma sempre senza esagerare.
La concimazione non è necessaria perché riesce a procurarsi il nutrimento adatto dal terreno, ma è possibile agire con letame maturo, compost o stallatico a fine inverno. Le potature sono necessarie per gestire il Gelsomino e per donargli una forma armoniosa, eliminando i rami solamente a fine fioritura.

Parassiti e malattie del Gelsomino Trifogliato

Oltre i ristagni idrici e l’eccessiva umidità che possono causare muffa grigia, il Gelsomino può risentire di attacchi di afidi e cocciniglie, che si nutrono della linfa, o di fumaggini, da eliminare attraverso l’uso di insetticidi specifici.

Foglie
SEMPREVERDE
Esposizione
SOLE PARZIALE/PIENO SOLE
Fiori
BIANCO
Temperatura
-6° / -1° C
Codice pianta Altezza pianta Circonferenza pianta Diametro vaso Note Costo pianta Aggiungi al carrello
- 150 19 S effettua login
. 210 24 effettua login
- 350 60 S effettua login

LEGENDA

(lunghezze in CM - prezzi in EURO)

Codice pianta    CODICE Altezza pianta    ALTEZZA Circonferenza pianta    CIRCONFERENZA
Diametro vaso    DIAMETRO VASO Note    NOTE Costo pianta    PREZZO